L'Evento,  Notizie

Torna il Concorso nazionale letterario “Il Rovo” XI edizione – Anno 2022

“La Pro Loco di Cagnano Varano anche quest’anno ha l’onore di promuovere e sostenere
il Concorso Letterario Il ROVO e rendere pubblico il bando dell’undicesima edizione.
L’obiettivo principale è valorizzare il territorio attraverso la produzione letteraria e creare nuove sensibilità grazie alle sue tre sezioni, Prosa, Poesia e Legalità.
ll tema è libero per privilegiare la creatività degli autori.
Il termine ultimo per l’invio delle opere il 30 giugno 2022.”

Per conoscere il Bando completo potete leggerlo qui:
Bando di partecipazione XI° edizione del Concorso letterario Il Rovo


ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE PRO LOCO

L’Associazione di Promozione Sociale Pro Loco di Cagnano Varano anche quest’anno ha l’onore di accogliere, promuovere e sostenere il Concorso Letterario Il ROVO e rendere pubblico il Bando della sua undicesima edizione.
L’obiettivo principale di questo evento resta lo stesso che ha mosso le fondatrici dell’iniziativa, sin dalla prima edizione, nata in concomitanza con altre attività a sfondo socio-culturale, la volontà di promuovere il territorio in modo innovativo e di valorizzarne le radici attraverso la produzione letteraria.

IL ROVO: UN’IMMAGINE IDENTITARIA

In edizioni precedenti, il Concorso è partito dal territorio, con i suoi elementi naturali, e da coloro che lo animano, da figure plasmate ora dal vento, sinonimo di follia e del cambiamento, ora dalla terra, che rende i garganici forti e a tratti ermetici, ora dalla passione. Ha dedicato attenzione alle sue donne, matriarche e colonne portanti della società garganica, ed ancora alla musica, che più di ogni altra manifestazione artistica mette in moto la fantasia, necessaria nell’atto creativo letterario. La settima edizione ha aperto un altro spiraglio attraverso cui ammirare la vita, squarciato la tela per guardare più in là partendo da uno scatto fotografico, per mettere in moto il talento letterario di ognuno dei partecipanti alle varie sezioni. Una delle ultime edizioni ha avuto come tema l’infanzia, vissuta o sognata, unica dimensione in cui il nostro mondo interiore viene evocato e anche compreso. Nelle ultime due edizioni, si è deciso di privilegiare la creatività degli autori, lasciando libertà tematica, il che ha fatto registrare un riscontro molto positivo della partecipazione.
La scelta del Rovo, come immagine e nome del concorso, è un omaggio alla vegetazione che caratterizza il paesaggio garganico. Trattandosi di una pianta sempreverde, il rovo non perde mai le foglie, al massimo le cambia, è dunque una pianta resistente, che rievoca una delle caratteristiche dei garganici, un po’ spigolosi e caparbi e che richiama, allo stesso tempo, con la sua tormentata sinuosità, le fiamme della passione letteraria. Non bisogna dimenticare, tuttavia, che proprio dai rovi più folti ed insidiosi nascono le more più dolci e più belle.

IL TEMA

Anche quest’anno si vuole partire dalla creatività dei concorrenti e lasciare, quindi, che sia la loro libera immaginazione a ispirarli. Il tema dell’undicesima edizione del Concorso Letterario il Rovo 2022 sarà LIBERO, affinché l’avvicendarsi di emozioni e di colori, risultato della creatività dei concorrenti, possa rendere il paesaggio culturale cagnanese e della provincia di Foggia più ricco e affascinante.

SEZIONI

Saranno promosse, anche in questa edizione, le sezioni Poesia e Prosa e la più recente sezione Legalità, nata solo da qualche anno e dedicata al compianto Maresciallo Maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, la cui partecipazione sarà aperta a tutti, divisa per due fasce di età. La sezione Legalità Ragazzi prevederà la partecipazione degli studenti frequentanti la scuola secondaria di primo grado e il biennio della scuola superiore di secondo grado, la sezione Legalità Giovani, sarà per gli studenti del triennio degli istituti superiori di secondo grado e per gli adulti, con il seguente tema: “La legalità a te vicina, quella che appartiene alle piccole cose e alla quotidianità dei comportamenti, può diventare habitus e cultura della legalità. Una storia, un’esperienza, un sentire, gesti ed azioni concrete possono ergersi a testimonianza e a tutela della legalità e della giustizia. Così come diceva don Pino Puglisi, “Se ognuno fa qualcosa si può fare molto.”

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

La cerimonia di premiazione dei vincitori della undicesima edizione del Concorso Letterario Il Rovo si terrà a Cagnano Varano, venerdì 05 agosto 2022, nel cuore del centro storico del paese, in Largo Purgatorio, salvo imprevisti burocratici o di forza maggiore; in tal caso, si terrà presso la sede dell’IISS De Rogatis-Fioritto, Via Ungaretti snc, incrocio Via Aldo Moro. Nel caso in cui il rispetto delle norme relative al distanziamento sociale, a tutela del contagio da Covid 19, non dovessero permettere lo svolgimento dell’evento in presenza, esso si svolgerà da remoto, con modalità che saranno tempestivamente comunicate. La serata avrà come protagonisti gli autori premiati e le loro opere. Qualora i contributi economici dovessero permetterlo, si sta pensando di nominare presidente della giuria uno scrittore di fama nazionale.
• Apertura della cerimonia di premiazione e intervento delle Autorità;
• Lettura delle motivazioni attribuite agli elaborati vincitori dei secondi e terzi premi, lettura dello stralcio di ogni elaborato, consegna del premio corrispondente (premi da definire secondo budget di eventuali sponsor);
Lettura degli elaborati vincitori dei primi premi di ogni sezione, seguita dalla corrispondente consegna del premio, targa e 500€ (cinquecento euro) per ognuna delle sezioni, Prosa, Poesia e Legalità, per la sezione Legalità Ragazzi il premio consisterà in una targa e un buono libri di 100€ (cento euro) mentre la sezione Legalità Giovani concorrerà al premio di 500€ (cinquecento euro) e una targa, insieme agli adulti.
• Intermezzi musicali;
• Aperitivo letterario con prodotti locali, organizzato da eventuali sponsor.

GEMELLAGGIO

Il Concorso letterario il Rovo è onorato di ospitare, per il secondo anno, una nuova realtà culturale gemella, il concorso letterario IL TRATTURO MAGNO, dedicato all’esperienza della transumanza, condivisa da due territori l’Abruzzo e la Puglia, che intendono preservare e custodire questa preziosa esperienza umana, frutto di un indimenticabile periodo della vita agropastorale; un’ esperienza che ha generato un autentico spirito comunitario, frutto dell’incontro di vite e destini che sapevano di boschi e di pianure, di aspra fatica e di profondi scambi. Tutto questo va preservato, ricordato, evocato, perché le imprese collettive cementano gli umani, li rendono per sempre legati ai luoghi, a una storia condivisa. Il senso del nostro concorso è dare risalto a una realtà ora di nicchia, per renderla universalmente fruibile. Il concorso il TRATTURO MAGNO sarà la prova tangibile che la memoria storica è rimasta nei territori dell’Abruzzo e della Puglia e merita di essere conosciuta in tutto il territorio nazionale.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons